Le serie TV di Sarti Antonio

Share

Sarti Antonio in TV.

Per i cultori del genere e per i didascalici, ecco l’elenco dei primi telefilm e delle serie a puntate che la RAI ha mandato in onda nel corso degli anni.

Loriano Macchiavelli e Flavio Bonacci (il primo Sarti Antonio, sergente) sul set del film per la tv "L'archivista"
Loriano Macchiavelli e Flavio Bonacci (il primo Sarti Antonio, sergente) sul set del film per la tv “L’archivista”

1 – Sarti Antonio brigadiere – 1978
regia di Pino Passalacqua, sceneggiatura di Pino Passalacqua e Marco Zavattini dal romanzo Passato, presente e chissà. Protagonista Flavio Bonacci.
Quattro puntate settimanali su RAI DUE.
In onda dal 12 aprile al 3 maggio 1978.

Grazie al portale CaraVecchiaTV possiamo mostrare i primi 3 minuti del film Sarti Antonio brigadiere:

 

Flavio Bonacci, Loriano Macchiavelli, Guido Ferrarini e Flavio Bucci (Poli Ugo) nel film "L'archivista"
Flavio Bonacci, Loriano Macchiavelli, Guido Ferrarini e Flavio Bucci (Poli Ugo) nel film “L’archivista”

2 – L’archivista – 1988
regia di Guido Ferrarini, soggetto e sceneggiatura di Loriano Macchiavelli, protagonista Flavio Bucci (Poli Ugo, lo Zoppo). Presentato al Festival di Locarno 1985. Trasmesso su RAI UNO il 27 settembre 1988.

La divertente cronaca di questo film alla pagina “come nacque il film l’Archivista” raccontata dal regista Guido Ferrarini, con foto del set.

Primo serial: Sarti Antonio, un poliziotto, una città – 1991
tratto da romanzi o racconti di Loriano Macchiavelli;
– regia di Maurizio Rotundi;
– Gianni Cavina è Sarti Antonio.
– Tutti i film – girati interamente a Bologna nel 1988 – sono stati trasmessi su RAIDUE nel 1991 e, riproposti più volte, continuano ad andare in onda su varie emittenti italiane e straniere. Prima serie di repliche nel 1993.

– Fanno parte della serie:

3- L’inquilino americano
sceneggiatura di Antonio Taglioni e Domenico Matteucci
dal romanzo Sarti Antonio e l’amico americano.
Trasmesso il 12 febbraio.

4 – A scuola col killer
sceneggiatura di Maurizio Rotundi dal racconto omonimo.
Trasmesso il 19 febbraio.

5 – Indagine speciale
sceneggiatura di Maurizio Rotundi da un racconto inedito.
Trasmesso il 26 marzo.

6 – Un diavolo per capello
sceneggiatura di Gaetano Audino e Maurizio Rotundi
dal romanzo Sarti Antonio, un diavolo per capello.
Trasmesso il 5 marzo.

7 – Rompicapo giapponese
soggetto di Dardano Sacchetti e Elisa Livia Briganti
ispirato ai personaggi di Loriano Macchiavelli, sceneggiatura di Maurizio Rotundi.
Trasmesso il 12 marzo.

8 – Rapiti si nasce
sceneggiatura di Maurizio Rotundi dall’omonimo romanzo.
Trasmesso il 19 marzo.

9 – Fiori alla Memoria
sceneggiatura di Antonio Taglioni e Maurizio Rotundi dall’omonimo romanzo.
Trasmesso il 26 marzo.

10 – Corsia gialla
sceneggiatura di Maurizio Rotundi dall’omonimo racconto.
Trasmesso il 2 aprile.

11 – Caccia tragica
sceneggiatura di Antonio Taglioni e Domenico Matteucci dall’omonimo romanzo.
Trasmesso il 9 aprile.

12 – Com’è difficile dire “Ti amo”
sceneggiatura di Graziano Diana e Maurizio Rotundi dall’omonimo racconto.
Trasmesso il 16 aprile.

13 – Ombre sotto i portici
sceneggiatura di Paolo Virzì dall’omonimo romanzo.
Trasmesso il 23 aprile.

14 – Un caffè molto amaro
sceneggiatura di Maurizio Rotundi dal romanzo Sui colli all’alba.
Trasmesso il 30 aprile.

15 – Le piste dell’attentato
sceneggiatura di Domenico Matteucci dall’omonimo romanzo.
Trasmesso il 7 maggio.

Tino Schininzi (Rosas), Cristiana Borghi (Leda la biondina) e Gianni Cavina (Sarti Antonio) nel serial televisivo "Un poliziotto una città"
Tino Schininzi (Rosas), Cristiana Borghi (Leda la biondina) e Gianni Cavina (Sarti Antonio) nel serial televisivo “Un poliziotto una città”

Secondo serial: Sarti Antonio, un poliziotto, una città – 1994
tratta da romanzi o racconti di Loriano Macchiavelli
– regia di Giulio Questi;
– adattamento e collaborazione alle sceneggiature, Gianni Cavina;
– coordinatore sceneggiature Massimo Felisatti.
– Gianni Cavina è Sarti Antonio.
– tutti i film sono stati trasmessi su RAIDUE nel 1994. Riproposti più volte, continuano ad andare in onda su varie emittenti italiane e straniere.

– Fanno parte della serie:

16 – La ghironda dagli occhi azzurri
sceneggiatura di Maria Carmela Cicinnati e Peter Exacoustos.
Trasmesso il 3 maggio.

17 – Pressing col morto
sceneggiatura di Paolo Virzì dal romanzo Il diamante insanguinato.
Trasmesso il 10 maggio.

18 – Brindisi di compleanno
soggetto di Loriano Macchiavelli, sceneggiatura di Domenico Matteucci.
Trasmesso il 17 maggio.

19 – Il patto
sceneggiatura di Antonio Taglioni dal romanzo Cos’è accaduto alla signora perbene. Trasmesso il 24 maggio.

20 – L’ombra dell’angelo
soggetto e sceneggiatura di Maria Carmela Cicinnati e Peter Exacoustos
ispirato ai personaggi di Loriano Macchiavelli.
Trasmesso il 31 maggio.

21 – Overdose
regia di M. Serafini, sceneggiatura di Maria Carmela Cicinnati e Peter Exacoustos
dal romanzo di Loriano Macchiavelli Sarti Antonio e il malato immaginario.
Trasmesso il 7 giugno.

22 – Il confine del crimine
sceneggiatura di Loriano Macchiavelli e Dardano Sacchetti
soggetto dal racconto omonimo di Loriano Macchiavelli.
Trasmesso il 14 giugno.

Share

34 pensieri su “Le serie TV di Sarti Antonio”

  1. ho scoperto questo personaggio per caso e ora mi sono appassionato (credo di essere l’unico ventenne che legge i libri e guarda le serie su Sarti Antonio)

  2. Buongiorno, è un onore ed un piacere poter dialogare con lei, oltre ad essere un grande scrittore, siete una persona schietta e cordiale. Colgo l’occasione per augurarvi buone vacanze ed un sereno ferragosto! A presto.

  3. Complimenti!!! davvero bello!!! ritorno alla mia adolescenza.
    Ho “sentito” la prima volta L’Ispettore Sarti un sabato mattina su radio due Rai, “Le piste dell’attentato” per una serie: Brivido italiano. da li in poi mi sono innamorato dell’Ispettore Sarti ed ho seguito tutti i telefilm. Complimenti!!!

    1. Signor Calosso, purtroppo le cose stanno come scrive lei. Sarebbe bello poter mettere i nomi di tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del film, ma mi dice quanto spazio prenderebbe? Non si dovrebbe dimenticare nessuno: le musiche, la truccatrice, il suono… Per un’informazione come quella, del mio sito non basterebbero tutte le pagine disponibili. E poi, leggerebbe tutto il visitatore? Ne dubito.
      Comunque, mi dispiace e le chiedo scusa.
      loriano

  4. sono lo scenografo di UN POLIZIOTTO UNA CITTA di Loriano Macchiavelli regia Rotundi
    avete dimenticato il mio nome che nei cast tecnici starnieri appare
    io sono LUCIANO CALOSSO vedi wikipedia
    perchè in italia scenografia e costumi viene dimenticata come se i film si facciano da soli con regista e attori??
    grazie scusate l’amarezza
    luciano calosso

  5. Grande il Sarti Antonio del bravissimo Gianni Cavina !Ma senza dimenticare l’irripetibile interpretazione di Tino Schirinzi.
    Peccato che Rai Premium stia mandando la seconda serie a orari impossibili…….anche se con la funzione Replay Tv ogni episodio resta a disposizione per una settimana!
    Alberto

      1. ciao, senti so che non mi conosci ma posso chiederti un favorone? potresti passarmi le puntate che hai registrato, é da molto che le sto cercando (se ti interessa io ho l’episodio overdose della seconda serie)

  6. Personalmente i commissari, ispettori che sono stati citati ,per un verso o per un altro mi piacciono tutti.
    Ha ragione il sig, Macchiavelli ognuno rappresenta una propria sfaccettatura.
    Ne cito un altro sempre di questi luoghi: Il commissario Soneri di Varesi.
    Rivedere Sarti mi fa tornare all adolescenza e quindi occupa un luogo particolare, quello del ricordo.

    1. E pensare, Giovanna, che quando trasmisero per la prima volta i film con Sarti, non feci che criticarli. Li rivedo ora e penso: “Non male, non male, Macchia. Ci sai fare”.
      Soneri è straordinario, specie nei romanzi.
      Ciao.
      loriano

      1. Forse perché Macchia sei sempre stato umile e critico verso te stesso.
        PS sono passata al “tu” e al tono gergale, ammetto mi sono un po’ allargata.
        Ciao
        Giovanna

        1. Il “tu” non mi ha mai spaventato. Il “voi”, sì. E l’umiltà è solo di facciata. Chiedilo ai miei amici.
          loriano

  7. Rai Premium continua con la seconda serie de L ispettore Sarti. Per quanto mi riguarda è una prima visione.È cambiato L orario giovedì alle 01:50.Meno male che esiste il sito e l app Rai,TV così posso rivederla per tutta la settimana successiva.
    Speriamo ,dato l orario di programmazione non subisca delle cancellazioni

      1. Adoro Gianni cavina e tino schirinzi: li sto seguendo adesso su Rai premium…li seguivo anche da giovane: bello ritrovarli!

  8. Mi ha fatto piacere vedere la serie su Rai Replay che in quegli anni non avevo visto . Avendo letto alcuni libri l’ho trovata fatta molto bene. Diluire un libro in quaranta minuti è stata una bella impresa. Una fiction molto ‘americana’ nel senso dei tempi. In Italia non è stato più fatto: ora una fiction dura almeno due ore. Molto felice comunque della linea gialla che continua ad avere la mia città, Bologna, da Sarti degli anni 80 a Coliandro di oggi che pur diversi nei modi sono personaggi molto interessanti merito di due scrittori che stimo. Chissà se un giorno potremo vedere un nuovo Sarti o anche qualche storia tratta dai libri con Guccini… Complimenti ancora!

  9. bellissimo l ispettore Sartianche adesso a distanza di 20 anni dalla prima volta che lo vidi.Mi piace, ma mi rattrista anche, rivedere una Bologna che non c è più

      1. Leggo ora il suo commento, mi scusi per il ritardo nel risponderle. Però ha proprio ragione!
        PS Intanto la visione continua.

    1. D’accordo sul Sarti Antonio di Gianni Cavina. Non lo sono per Coliandro. I personaggi letterari o televisivi sono come i personaggi che incontriamo ogni giorno: hanno del bello e del meno piacevole. Di loro teniamo ciò che ci piace. Ciao.
      loriano

      1. Con tutto il rispetto, le serie Ispettore Sarti con Cavina sono a livello di Montalbano.

        La serie Coliandro è di fattura scadente. Probabilmente molto più economica. Non sono un esperto critico cinematografico, ma da spettatore si percepisce facilmente la qualità scadente della serie, dalla recitazione alla sceneggiatura ecc.

        Vedo ora che su Raipremium hanno appena segato il mio Ispettore Sarti 1 domenicale che andava in onda alle 16:30. Così dopo nemmeno 5 puntate.
        Che li possino!

          1. Se avessero sospeso la serie, non mi sarei meravigliato: Sarti Antonio, sergente è sempre stato sgradito a chi usa la televisione solo come veicolo di distrazione. E a chi pensa che le storie debbano sempre finire con le risate dei protagonisti. Qualche esempio? Be’, sceglieteli voi: avete solo l’imbarazzo.
            loriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sito ufficiale di Loriano Macchiavelli, scrittore

Share