UNO STERMINIO DI STELLE – Sarti Antonio e il mondo disotto.

Share

Uno sterminio di stelle - Sarti Antonio e il mondo disotto (Mondadori 2017)Ovvero: l’anno dei grandi ritorni.

Eccolo qua: ho cominciato a pensare a Uno sterminio di stelle – Sarti Antonio e il mondo disotto, nel 2010.
Nel 2011 e nel 2012 ho raccolto dati e buttato giù i primi appunti.
Nel 2013 e 2014 ho abbandonato il progetto per dedicarmi, assieme a Francesco Guccini a La pioggia fa sul serio.
Nel 2015 ho lavorato a lungo e con grande piacere al romanzo Noi che gridammo al vento.
Uno sterminio di stelle – Sarti Antonio e il mondo disotto (Mondadori, 2017) l’ho completato quest’anno. È in libreria dal 27 giugno.
Il 2017 è l’anno dei grandi ritorni.
Spiego.
È tornato il commissario Soneri di Valerio Varesi, dopo anni di lontananza dalle librerie. Lo troverete nel romanzo Il commissario Soneri e la legge del Corano (Frassinelli, 2017).
È tornato il commissario De Luca di Carlo Lucarelli nel romanzo Intrigo italiano (Einaudi, 2017) dopo undici.
È tornato Sarti Antonio, sergente, dopo cinque.
Vuol dire qualcosa, credo. Almeno vuol dire che, nel panorama del romanzo di genere, i lettori scelgono i personaggi che funzionano, che lasciano un bel ricordo e li incontrano volentieri anche a distanza di anni. Come succede fra amici.
I tre personaggi hanno una particolarità che li accomuna: a modo loro sono degli onesti. In Paese che affonda sempre di più nell’illegalità. È difficile, credetemi, anche solo immaginare, ai nostri giorni, personaggi con quella caratteristica.
O è un difetto?
Fate voi.

Share

5 commenti su “UNO STERMINIO DI STELLE – Sarti Antonio e il mondo disotto.”

  1. Ho appena finito di leggere il suo libro “Uno sterminio di stelle” e mi dispiaceva che finisse perchè avrei voluto continuare a leggerlo. Mi è piaciuto veramente moltissimo. Per i riferimenti agli Etruschi, per tutto ciò che sta “sotto” e che spesso ci ostiniamo a non voler far emergere, per le relazioni tra i personaggi che mi sembra si siano evolute di libro in libro, per come finisce. L’unica possibilità è capire quello che accade e perchè, e tutelarsi minimamente. E questa è la vita, ricca e amara…

  2. Caro Loriano,
    Grazie per il tuo nuovo libro. Ti aspettiamo a Castenaso. A te la scelta di presentare il libro in biblioteca o al MUV, il Museo Villanoviano (dato il tema…..).
    Un caro saluto!
    Giorgio Tonelli

  3. Il romanzo, bello e interessante. Un’altra prova di come all’interno di un giallo si possano allargare anche le conoscenze storiche,archeologiche e culturali,e capire che tra i barbari di ieri e quelli di oggi non c’e poi grande differenza. La corruzione può celarsi anche dietro insospettabili personaggi ….. Credetemi difficile trovare di meglio in libreria di questi tempi…mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *